mercoledì 8 ottobre 2008

QUANDO LA GIUSTIZIA DIVENTA INGIUSTIZIA: LO STRANO CASO DI FRANCESCA MAMBRO

LA NOTIZIA E’ QUESTA, E FA RABBRIVIDIRE PERCHE’ VA AD INSERIRSI IN UN QUADRO GIA’ MACABRO QUAL E’ LA SITUAZIONE ITALIANA: IL TRIBUNALE DI SORVEGLIANZA DI ROMA HA CONCESSO LA LIBERTA’ CONDIZIONATA FINO AL 2013 A FRANCESCA MAMBRO. MA COS’E’ CHE DEVE SUSCITARE TANTO CLAMORE? CERCHIAMO DI RIPERCORRERE BREVEMENTE LA CARRIERA DI QUESTA DONNA:
. 7 MARZO 1979. UN GRUPPO DI ESTREMISTI DI DESTRA, TRA LE QUALI FRANCESCA MAMBRO, PIAZZO’ UNA BOMBA RUDIMENTALE DAVANTI ALLE FINESTRE DEL CIRCOLO CULTURALE FEMMINISTA NEL QUARTIERI PRATI DI ROMA.
. 28 MAGGIO 1980. PARTECIPO’ ALL’ATTENTATO COMPIUTO DAVANTI AL LICEO ROMANO GIULIO CESARE IN CUI FU ASSALITA UNA PATTUGLIA DI VIGILANZA E FU UCCISO L’APPUNTATO DI POLIZIA FRANCESCO EVANGELISTA.
. 23 GIUGNO 1980. FIORAVANTI, MAMBRO E CAVALLINI UCCISERO A ROMA IL SOSTITUTO PROCURATORE MARIO AMATO.
. 2 AGOSTO 1980. UNA BOMBA NELLA SALA DI ASPETTO DI SECONDA CLASSE DELLA STAZIONE DI BOLOGNA UCCISE 85 PERSONE. PER QUESTO FERALE ATTENTATO FURONO CONDANNATI ALL’ERGASTOLO, QUALI ESECUTORI MATERIALI, I TERRORISTI VALERIO FIORAVANTI E FRANCESCA MAMBRO.
. 9 SETTEMBRE 1980. FRANCESCA MAMBRO, SODERINI, VALERIO E CRISTIANO FIORAVANTI UCCISERO FRANCESCO MANGIAMELI, CAMERATA, MA TESTIMONE SCOMODO DELLA STRAGE DI BOLOGNA.
. 5 FEBBRAIO 1981. MENTRE TENTAVA INSIEME A DEI COMPLICI DI RECUPERARE DELLE ARMI GETTATE IN UN CANALE DI PADOVA FU SORPRESA DA UNA GAZZELLA DEI CARABINIERI. NE SEGUI’ UNO SCONTRO A FUOCO NEL QUALE PERIRONO DUE CARABINIERI, ENEA CODOTTO E LUIGI MARONESE RISPETTIVAMENTE DI 25 E 23 ANNI.
. 31 LUGLIO 1981. NELL’AMBITO DI UN REGOLAMENTO DI CONTI ALL’INTERNO DELLA DESTRA EVERSIVA, PARTECIPO’ ALL’UCCISIONE DI GIUSEPPE DE LUCA.
. 30 SETTEMBRE 1981. PARTECIPO’ AL COMMANDO CHE UCCISE MARCO PIZZARI, ESTREMISTA DI DESTRA, PERCHE’ RITENUTO UN “INFAME DELATORE”.
. 21 OTTOBRE 1981. ALCUNI MEMBRI DEI NAR, TRA CUI LA MAMBRO, TESERO A ROMA UN AGGUATO AL CAPITANO DELLA DIGOS FRANCESCO STRAULLU E ALL’AGENTE CIRIACO DI ROMA, UCCIDENDOLI ENTRAMBI.
. 5 MARZO 1982. DURANTE UNA RAPINA A ROMA UCCISE ALESSANDRO CARAVILLANI, IN SEGUITO, FERITA, FU ARRESTATA.
DAL 1998 E’ STATA AMMESSA AL REGIME DI SEMI-LIBERTA’. FRANCESCA MAMBRO E’ STATA RICONOSCIUTA RESPONSABILE COMPLESSIVAMENTE DELL’UCCISIONE DI 96 PERSONE, NON SI PUO’ CHIUDERE UNA STAGIONE, QUELLA DEL TERRORISMO, RINNEGANDO STRAGI E MORTI.

5 commenti:

Alicesu ha detto...

Il peggio, comunque, non è la Mambro. Ma il fatto che dietro alla stazione di Bologna c'è qualcuno che è ancora in parlamento. E che tutti sanno ma che nessuno parla.

cristiana ha detto...

Ai primi di agosto ho fatto anch'io un post su questi due angiletti.
Se penso che c'è qualcuno che li difende,mi viengono i conati.
ciao mio caro,è sempre un piacere quando mi commenti
Cristiana

arcobaleno ha detto...

Credo che la Mambro, riconosciuta colpevole da un tribunale, anche se ci sono grossi dubbi espressi fra gli altri da Cossiga, debba restare in carcere; al pari suo tuttavia dovrebbero stare in carcere anche quei brigatisti rossi che vanno nelle scuole e nelle Università a pontificare quasi fossero suorine del Buonconvento e non fior fiore di delinquenti. Se poi a difendere la Mambro ci si mette pure Sergio D'Elia, diventa impossibile non sorridere amaramente quasi che i due terrorismi si diano una mano.

stefano ha detto...

in Italia... si salvi chi può!!! più andiamo avanti e peggio è!!! e io... speriamo che me la cavo.

Michael Grimaldi ha detto...

La Mambro non sarà il peggio, ma cosa bisogna fare di peggio per restare in galera a vita?