martedì 7 ottobre 2008

NO! NON CI SONO I SOLDI. PECCATO CHE...

NON SONO BASTATI I NUMERI PIU’ GRANDI DI TUTTA LA STORIA REPUBBLICANA! PER APPROVARE LO SCEMPIO DELLA GELMINI E’ STATO NECESSARIO IL SESTO VOTO DI FIDUCIA DALL’INIZIO DELLA LEGISLATURA. NON POTEVA ESSERE DIVERSAMENTE, DAL MOMENTO CHE SI DISEGNA UN SISTEMA SCOLASTICO ANTIQUATO, DOZZINALE, INCOERENTE CON LE NUOVE ESIGENZE SOCIALI: IL MAESTRO UNICO, IL VOTO IN CONDOTTA, IL GREMBIULINO, L’ABOLIZIONE DELL’ORARIO PROLUNGATO SONO QUESTE LE MISURE CHE ANDRANNO A IMPOVERIRE LA NOSTRA SOCIETA’, PERCHE’ NON INVESTIRE NELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SIGNIFICA NON SCOMMETTERE SUL PROPRIO FUTURO, E NON E’ UNO SLOGAN. MA NON BASTA! LA MINISTRA DALLA PENNA ROSSA HA VOLUTO OTTIMIZZARE IL SUO CAPOLAVORO PREVEDENDO IL BLOCCO DEL TURN OVER PER GLI 87000 PENSIONANDI E LA MANCATA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OLTRE 200 MILA PRECARI. NO! NON CI SONO SOLDI, GLI ULTIMI SONO STATI SPESI PER LE LAVAGNE: A PARTIRE DA NOVEMBRE VERRANNO DISTRIBUITE 10 MILA LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI CON UN INVESTIMENTO DI 20 MILIONI DI EURO E ALTRI 10 MILIONI DI EURO SARANNO SPESI NEL 2009 PER LA STESSA FINALITA’. NON C’E’ CHE DIRE, LA SCUOLA BERLUSCONIANA SI MISURERA’ SEMPRE PIU’ IN BYTES E SEMPRE MENO IN CONOSCENZA.

3 commenti:

Fortikaĵulo (alias Irnerio) ha detto...

Alla torta di merda più grande e più grave degli ultimi 15 anni berlusconiani, hanno voluto mettere la ciliegina/caccolina... come nella peggiore tradizione:
IL VOTO DI FIDUCIA!
Reso necessario ovviamente dalle più comprensibili e costituzionali ragioni di scavalcamento del Parlamento,... come nella migliore tradizione...
...in uso nella Corea del Nord.

Anonimo ha detto...

Nicola interessante sarebbe sapere chi ha avuto la commissione per questi 30 milioni di lavagne multimediali!!!
Gabriele

augusto ha detto...

La Scuola al passo coi tempi!
Assieme alle lavagne interattive verranno date in omaggio le bacchette interattive. E che cavolo anche le maestre e i maestri unici non vorranno rinunciare ai ferri del mestiere, la cara bacchetta, o canna, o, da insegnante Sardo la"zironia"! Però la vogliamo"interattiva", che capisca intelligentemente su quale alunno/a e parte del corpo deve interagire