mercoledì 26 novembre 2008

GIOVANNI XXIII CHIESE LA TESSERA DEL PCI!

NON SANNO PIU’ A COSA AGGRAPPARSI PUR DI FARE OPERA DI PROSELITISMO. MONSIGNOR DE MAGISTRIS, PROPENITENZIERE EMERITO DEL VATICANO, HA DICHIARATO CHE IL FONDATORE DL PCI ANTONIO GRAMSCI DURANTE LA SUA ULTIMA MALATTIA SI RIAVVICINO' ALLA RELIGIONE MORENDO CON I SACRAMENTI. A PARTE IL FATTO CHE NON REPUTO GIUSTO PUBBLICIZZARE UN AVVENIMENTO SIMILE, MA TROVO SBAGLIATO IL MODO: E’ COME SE DICESSI CHE GIOVANNI XXIII, IL PAPA BUONO, ABBIA CHIESTO LA TESSERA DEL PCI PRIMA DI SPIRARE O CHE PIO XII ABBIA SEMPRE PALESATO LE SUE IDEE FASCISTE ALLE SUORE CHE LO ASSISTEVANO. QUALE VALENZA PUBBLICA PUO’ AVERE UN GESTO CHE, SE FOSSE STATO COMPIUTO, APPARTIENE ESCLUSIVAMENTE ALLA COSCIENZA PERSONALE? E’ UN GIOCO SPORCO TENTARE DI DIMOSTRARE CHE ALLA FINE TUTTI ACCETTIAMO L’ESISTENZA DI UN ESSERE SUPERIORE E LA CHIESA IN QUESTO E’ SPECIALISTA.

3 commenti:

Irnerio ha detto...

Beh, ti dirò che è più credibile lo scoop con cui hai titolato tu, che la improbabile conversione di Gramsci, a meno che non gli sia stata estorta con l'inganno in punto di morte. Cosa che se fosse vera e si potesse dimostrare, non solo sarebbe un flop penoso dal punto di vista dell'"opera di proselitismo", ma soprattutto una blanda forma moderna della famigerata conversione coercitiva tipica dei passati secoli bui.

marina ha detto...

ammesso e non concesso, perché baciare un santino in punta di morte è accettabile per la chiesa e dichiarare che non si vogliono cure no?

comunque fanno pena
marina

cristiana ha detto...

Ma come Nicola,non sai che ciò che afferma santa madre chiesa è indiscutibile?Come ho detto a padre Joseph,si DEVE accettare anche che la Madonna sia salita materialmente in cielo.ECCHE'DIAMINE!